Magistra vitae. Il futuro a scuola: al via la call per progetti di classe

Il progetto

Fondazione Golinelli si rivolge agli insegnanti di scuola secondaria I e II grado che insieme alle loro classi hanno voglia di immaginare il futuro e raccontarlo con un progetto.

Gli insegnanti sono chiamati a fornire chiavi di lettura e suggerimenti didattici affinché i ragazzi non solo cerchino di prevedere che cosa accadrà, ma soprattutto possano trarre da quello che si è studiato fino a quel momento delle lezioni generali su come nasce il futuro, dove, perché, da quali fenomeni, come se ne riconoscono i segni, e come vi si può prendere parte.

Files.Pile of document close up shot.

Cosa fare
• Proporre ai ragazzi la sfida di immaginare il futuro relativamente a un aspetto concreto e circoscritto (per esempio, chi sarà l’artista del futuro? Come sarà il quartiere della nostra scuola? Come saranno i libri di ricette? Come sarà il telegiornale, se esisterà ancora? Ci saranno le mappe geografiche nel 2065? Come sarà la nostra scuola? Quali malattie ci saranno e come le cureremo? Esisterà ancora il telefonino e, nel caso, cosa potrà fare? Chi e come saranno gli italiani? Quali saranno i lavori del 2040? Ecc.).
• Nel farlo, proporre loro in primo luogo di svolgere un’analisi con un punto di vista storico (Cosa è successo fin qui? Perché? Cosa ci dice la letteratura e i dati che abbiamo a disposizione?)
• Se si riesce, far realizzare l’indagine sull’oggi anche raccogliendo dati attraverso interviste, uscite didattiche, osservazioni dirette
• Far sintetizzare agli studenti in un prodotto di comunicazione le loro ipotesi di futuro e il processo di indagine/analisi svolto per arrivare a questa formulazione, quindi anche le ragioni per le quali hanno immaginato un determinato scenario futuro
• Il prodotto può essere di qualsiasi tipo: multimediale, relazione, saggio breve, articolo, presentazione, video, ecc.

Per scaricare il form di presentazione dei progetti e le istruizioni clicca qui.

 

Un aiuto
Per aiutare gli insegnanti a entrare nello spirito del progetto, la Fondazione Golinelli ha organizzato tra febbraio e marzo 5 incontri che esemplificano l’approccio didattico proposto. Dopo una lezione che ha inquadrato storicamente un aspetto specifico, fornendo chiavi di lettura sul presente e ambiti di riflessione per il futuro, sono seguite dalla presentazione di possibili attività correlate da svolgere in classe.
Per chi non avesse avuto modo di partecipare agli incontri, è possibile rivederli in versione integrale sul nostro sito ai seguenti link:

Le migrazioni umane: ieri, oggi, domani (8 febbraio)
Arte e rivoluzione digitale (15 febbraio)
Come il mezzo cambia il messaggio: tecnologie della scrittura e sistema linguistico (3 marzo)
Il futuro della globalizzazione: le storie, le geografie, gli scenari (8 marzo)
Come e perché migliorerà la salute umana (22 marzo)

 

Il premio
Ogni classe partecipante a tutto il percorso di Magistra Vitae potrà partecipare gratuitamente alla visita didattica alla mostra “IMPREVEDIBILE, essere pronti per il futuro senza sapere come sarà”.

Il 25 ottobre verranno presentati i progetti degli studenti durante un evento pubblico inserito nel programma delle attività collegate alla mostra.

 

I tempi

  • marzo – maggio: ideazione e sviluppo dei progetti
  • aprile – maggio: sintesi dei progetti in un prodotto di comunicazione
  • 22 aprile – 22 maggio: consegna dei lavori tramite form online
  • 4 – 31 ottobre: visita guidata didattica gratuita per tutte le classi che hanno presentato il progetto alla mostra IMPREVEDIBILE

 

Per ulteriori informazioni: info@artescienzaeconoscenza.it

Per scaricare la scheda informativa di Magistra Vitae clicca qui.

Per scaricare il form di presentazione dei progetti e le istruizioni clicca qui.

 

Autore: admin | 20 marzo 2017