A partire dal 2000 la Fondazione Golinelli organizza molti convegni, incontri e laboratori sui temi più caldi delle scienze e delle biotecnologie. Eccoli, in sintesi e in ordine cronologico inverso (dal più recente al meno recente). Moltissime iniziative si sono svolte nella cornice della manifestazione annuale La scienza in piazza.

2015 – L’arte della libertà

In occasione della mostra ‘Gradi di libertà’ una maratona di arte e scienza sui gradi di libertà della mente umana e della libertà degli artisti, sul perché è l’adolescenza l’età in cui si può diventare più o meno liberi, sul potere delle tecnologie digitali di renderci più liberi e di quello di limitare le nostre scelte, su arte e scienza come palestre di libertà, su come oggi in alcuni paesi si stia uccidendo la libertà. A cura di Giovanni Carrada e Cristiana Perrella.
Guarda i video

 2015- L’impegno della Fondazione per la scuola e gli insegnanti

Tullio De Mauro e Grahm Brown Martin hanno partecipato convegno dal titolo “L’impegno della Fondazione Golinelli per la scuola e gli insegnanti” in occasione della inaugurazione di Opificio Golinelli
Guarda i video

2014 – L’imprevedibile e l’antifragile

Nassim Taleb, saggista, trader, docente alla New York University e autore di bestseller internazionali come Il cigno nero, spiega nel corso di una lectio magistralis come l’unico modo per affrontare l’imprevedibilità del futuro in un mondo di complessità crescente sia costruire sistemi che si reggono senza bisogno di previsioni, in cui imprevisti ed errori si trasformino in vantaggi, e per cui si possa immaginare una esposizione positiva agli accidenti e alla casualità. Sistemi resilienti, insomma, anzi, qualcosa di più: sistemi antifragili.
Qui un articolo sull’incontro.

2014 – Il cibo il cervello e noi

La percezione dei sapori è un’esperienza multisensoriale. Lo spiegano, nel corso di un incontro presso la Triennale di Milano, Barry C. Smith, filosofo e direttore dello Institute of Philosophy alla School of Advanced Study dell’Università di Londra e Charles Spence, neuroscienziato del Dipartimento di Psicologia Sperimentale al Crossmodal Laboratory dell’Università di Oxford. Al loro fianco Caroline Hobkinson, artista anglosassone che utilizza il cibo come medium creativo in spettacolari installazioni e Charles Michel, chef franco-colombiano che, dopo anni di sperimentazione nelle cucine di tutto il mondo, ha messo la sua esperienza al servizio di un progetto di ricerca fra cibo e scienza promosso dall’Università di Oxford.
Scarica l’invito dell’incontro
Scarica il comunicato stampa

2013 – Un futuro consapevole: comprendere per progredire

Un ciclo di incontri in partnership con il Dipartimento di Farmacia e BioTecnologie (FaBiT) e con il Dipartimento di Scienze Giuridiche e CIRSFID dell’Università di Bologna – Alma Mater Studiorum.
Nell’incontro intitolato So quel che fai? Tra mente e cervello Andrea Zanotti, Silvia Zullo, Elisabetta Làdavas, Maurizio Malaguti e Giangiorgio Pasqualotto discutono di come la coscienza è alla base della nostra volontà e del nostro agire: siamo consapevoli delle nostre scelte oppure queste sono il risultato dell’essere empatici con i nostri simili?
Nell’incontro Better living throug chemicals Giovanni Capranico, Michele Di Francesco e Silvio Garattini discutono di che cos’è una scelta, e di volontà, consapevolezza e libertà tra funzioni fisiologiche e potenziamenti farmacologici.
Nell’incontro La coscienza si misura? Andrea Zanotti, Adriano Pessina e Matteo Cerri discutono delle applicazioni mediche delle neuroscienze e di come misurare le alterazioni della coscienza negli stati vegetativi e di minima coscienza.
Scarica il programma degli incontri
Scarica il comunicato stampa dell’incontro del’ 8/10/2013
Scarica il comunicato stampa dell’incontro del 25/10/2013
Scarica il comunicato stampa dell’incontro del 08/11/2013

2013 – Alchimie nell’arte

Adriano Zecchina, professore ordinario di Chimica Fisica, spiega l’evoluzione della pittura attraverso la storia dei pigmenti che gli artisti hanno avuto a disposizione nelle diverse epoche. È un viaggio appassionante tra arte, scienza e tecnologie. L’incontro è organizzato in collaborazione con la libreria Coop Zanichelli.
Scarica la scheda dell’incontro

2013 – Dieci vite per la scienza

Un incontro promosso in collaborazione con la libreria Coop Zanichelli. Alessandro Cecchi Paone presenta dieci interviste video ai protagonisti della scienza: Edoardo Boncinelli, Enzo Boschi, Sergio Carrà, Giulio Giorello, Marino Golinelli, Margherita Hack, Danilo Mainardi, Piergiorgio Odifreddi, Luigi Luca Cavalli Sforza, Umberto Veronesi.
Scarica l’invito dell’incontro
Scarica il comunicato stampa

2013 – Fare scuola nel 21° secolo

Andreas Schleicher, Vice Direttore per l’Istruzione e consulente speciale perle politiche educative del Segretario Generale dell’OCSE e Direttore del Programma OCSE/PISA, illustra le buone pratiche educative sperimentate a livello internazionale. Spiega come lo status, l’autonomia professionale e l’alta qualità dell’educazione vadano di pari passo con la professionalità, con i sistemi di valutazione dell’insegnante e con i percorsi di carriere differenziati per gli insegnanti. Sono standard ambiziosi ma concretamente raggiungibili. L’incontro si svolge nel Salone d’onore della Triennale di Milano.
Scarica l’invito dell’incontro
Scarica il comunicato stampa

2013 – Cultura e sviluppo nel mondo che cambia

Tre incontri milanesi, presso la Sala Buzzati, organizzati con la Fondazione Corriere della Sera. Nel primo incontro si parla di creatività, comunicazione, industrie creative, cervello e neuroni specchio con Pierluigi Sacco docente di Economia della Cultura, Annamaria Testa docente di Linguaggi della comunicazione alla Bocconi, Leonardo Fogassi docente di Neurofisiologia all’Università di Parma e membro del team che ha scoperto l’esistenza dei neuroni specchio.
Scarica il comunicato stampa

2013 – Pensare la matematica

Nel corso di un incontro organizzato in collaborazione con la libreria Coop Zanichelli, Giorgio Israel spiega come nel rapporto multiforme della matematica con la scienza, la conoscenza, la filosofia risiede la chiave per superare il famigerato ostacolo nell’apprendimento della matematica. Soltanto se ci si appassiona al valore conoscitivo della matematica si possono apprezzare i suoi tecnicismi.
Scarica la scheda dell’incontro

2013 – Dialoghi tra arte e scienza

Andrea Zanotti e Philippe Daverio si confrontano sul tema Nel nuovo mondo esplorato dall’arte. che cosa costruiamo noi? Roberto Cingolani e Luca De Biase parlano di Tecnologie per umani e umanoidi. Francesca Pasinelli, Philip Rylands, Franco Pannuti, Laura Olivetti e Andrea Zanotti dibattono di Come la passione degli uomini può loro sopravvivere e radicarsi nella collettività: il ruolo delle fondazioni. Andrea Pontremoli e Riccardo Donadoni parlano di Creatività per costruire il prodotto, l’impresa e la società: sintesi tra la visione del progetto e la disciplina della realizzazione.
Scarica l’invito degli incontri

2012 – Dialoghi tra arte e scienza

In Come eravamo, come siamo lo storico della medicina Gilberto Corbellini e l’antropologo culturale Emilio Franzina raccontano perché siamo diventati più alti, più intelligenti, più sani e più longevi. Il professore di fisiologia e biomeccanica Alberto Enrico Minetti, nell’incontro Le età del corpo, dice  qual è la plasticità del nostro corpo nelle diverse età della vita. A raccontare Le età nella storia è lo storico Alessandro Barbero, che mostra cosa volesse dire crescere in una città medievale, in una campagna di metà ottocento o nell’Italia degli anni della guerra. Infine,  il genetista Edoardo Boncinelli indaga Le età della mente e svela come il cervello continui a rimodellarsi in un costante dialogo con il resto del corpo e come possa continuare a imparare per tutta la vita.
Scarica il programma dell’incontro
Scarica il comunicato stampa

2012 – La libertà di essere diversi

Lamberto Maffei condce un incontro organizzato in collaborazione con la libreria Coop Zanichelli. È riflessione sulle nuove “discipline del cervello” a partire da un interrogativo: quanto del nostro comportamento e delle nostre scelte è determinato dal nostro patrimonio genetico e quanto invece dall’ambiente in cui viviamo, dalla cultura in cui siamo immersi? L’incontro è preceduto da un workshop pomeridiano dedicato alla formazione degli insegnanti delle scuole nell’ambito del progetto “Club degli insegnanti”.
Scarica il comunicato stampa

2012 – Quel che resta dell’anima

Un incontro con Edoardo Boncinelli, organizzato in collaborazione con la nuova libreria Coop Zanichelli. Boncinelli indaga sette modi diversi di intendere la parola anima: dall’anima dipende la libertà e l’autonomia delle nostre azioni e decisioni? Possiamo spiegare la coscienza individuale senza postularne l’esistenza?
L’incontro è preceduto da un workshop pomeridiano dedicato alla formazione degli insegnanti delle scuole nell’ambito del progetto “Club degli insegnanti”.
Scarica il comunicato stampa

2011 – Dialoghi tra arte e scienza

Un ciclo d’incontri sul rapporto uomo-tecnologia: lo storico Gilberto Corbellini e il filosofo della scienza Giulio Giorello suggeriscono come gestire le paure delle nuove tecnologie; il neuroscienziato Lamberto Maffei e l’artista Alberto Garutti discutono delle provocazioni dell’arte; lo storico della tecnologia Vittorio Marchis e l’esperta di comunicazione Annamaria Testa si confrontano sul ruolo della creatività; il giornalista  Luca De Biase e il maestro del design Alessandro Mendini spiegano come si progettano le tecnologie di tutti i giorni.
Scarica il comunicato stampa

2011 – La scienza e l’altro

la Fondazione Corriere della Sera e la Fondazione Marino Golinelli, in collaborazione con La Triennale di Milano, organizzano due incontri tra personalità di spicco del mondo della cultura scientifica ed umanistica volti ad approfondire le interconnessioni tra la scienza e l’altro, cioè l’arte, la tecnologia e tutti i molteplici linguaggi dell’uomo.
L’arte e la scienza del vedere e del creare mette a confronto Massimo Iosa Ghini, architetto e designer, e Luca Francesco Ticini, ricercatore al Max Planck Institute for Human Cognitive and Brain Sciences di Lipsia, presidente della Società Italiana di Neuroestetica. Il corpo fra tecnologia ed etica mette a confronto Umberto Galimberti, ordinario di Filosofia della storia all’Università Ca’ Foscari di Venezia, e Mauro Ferrari, presidente e amministratore delegato del Methodist Hospital Research Institute, presidente dell’Alliance for NanoHealth di Houston.
Scarica il programma dell’ incontro
Scarica il comunicato stampa

2010 – Workshop per universitari

In collaborazione con MAMbo, un progetto formativo per studenti provenienti dei dipartimenti scientifici dell’Università e dall’Accademia di Belle Arti di Bologna con l’obiettivo di elaborare nuove chiavi di lettura e metodologia innovative di studio e lavoro. I partecipanti seguono seminari intensivi con Lucy Orta, Alessandra Tesi, Loris Cecchini, artisti contemporanei che lavorano su tematiche vicine alla scienza. Partecipano a laboratori di genetica, robotica, neuroscienze, e incontrano uomini di scienza, critici d’arte contemporanea, ricercatori.
Scarica la scheda

2010/2011 – Dualismo binario

Che cos’è il codice binario e come viene utilizzato per il linguaggio digitale? Un laboratorio aiuta a riflettere sull’impiego dei codici identificativi e sull’identità personale. I nomi dei partecipanti vengono tradotti grazie a un programma capace di convertire lettere e parole in codice binario. Questi dati vengono poi impiegati per creare un manufatto personale e realizzare un exhibit collettivo. Una collaborazione tra Collezione Peggy Guggenheim e Fondazione Marino Golinelli per il progetto “A Scuola di Guggenheim”.
Scarica il comunicato stampa

2009 – Symposium Fare Mondi /Making Worlds: neuroestetica

Una tavola rotonda organizzata con Fondazione Perry Guggenheim Collection e The Association of Neuroesthetics mette  a confronto  personalità come Jonathan Cole, Silvia Evangelisti, David Freedberg, Vittorio Gallese, Peter Horn, Ludovica Lumer, Christine Macel, Lamberto Maffei, Riccardo Manzotti, Daniel Margulies, Lucy Orta, Michelangelo Pistoletto, Ernst Pöppel, Eva Ruhnau, Sissel Tolaas, Arno Villringer, Annette Winkelmann, Semir Zeki.
Scarica l’invito
Scarica la scheda

2009 – Dialoghi dell’arte e della scienza

Un ciclo di incontri sulla convergenza di scienza e arte: Il potere delle immagini, con Vittorio Gallese, Silvia Evangelisti e Philippe Daverio. La scienza nella storia dell’arte, con Lamberto Maffei e Philippe Daverio. Il volto e l’anima della natura, Lectio magistralis di Flavio Caroli. Vedere di più, capire di più con Giulio Giorello, Eugenio Riccomini e Philippe Daverio.
Scarica la scheda

2009 – Quando la scienza incontra l’arte

Una conversazione tra arte e scienza, con Giovanni Carrada, giornalista scientifico, Marina Wallace, Director Global Eye Art dell’Università di Londra, Alexander Abbushi, fondatore e presidente dell’Association of Neuroesthetics di Berlino.
Scarica la scheda

2006 – Conversazioni di matematica al pianoforte

Che cosa lega musica e matematica? Piergiorgio Odifreddi, matematico e divulgatore, e Roberto Cognazzo, maestro e divulgatore musicale propongono al pubblico regole matematiche, concetti pitagorici e platonici  integrati da un piacevole ascolto musicale.
Scarica la scheda

2006 – Cosmologia: quanti misteri

Nel corso di un aperitivo scientifico Margherita Hack si confronta con Flavio Fusi Pecci, direttore dell’INAF Osservatorio astronomico di Bologna, sugli aspetti affascinanti della cosmologia come l’origine del cosmo e della vita, l’esistenza di vita extraterrestre, il legame col divino.
Scarica la scheda

2006 – La materia tra visibile e invisibile

Un incontro-laboratorio permette di sperimentare come ricerca artistica e ricerca scientifica indagano la materia ed il mondo fenomenico. I partecipanti, disposti attorno a un tavolo con carte, plastiche, tessuti, sali, sabbie, chine, spezie, minuscoli insetti, foglie, epidermidi di frutti ed ortaggi, possono osservare, toccare, descrivere quanto hanno di fronte. Scelgono poi quello che preferiscono per comporre creativamente una tela inusuale: un vetrino da laboratorio, da indagare al microscopio. L’intima struttura della materia viene così svelata: intrecci di fibre, organizzazione cristallina dei sali, strutture cellulari, cloroplasti… L’uso di uno stereomicroscopio collegato a una telecamera che proietta su uno schermo offre la possibilità di una visione collettiva e  dà agli animatori scientifici la possibilità di guidare l’osservazione per coglierne gli elementi essenziali.

Dal 2005 al 2009 – Come un Parlamento

Un format originale permette a 100 studenti provenienti da tutta Italia di discutere e riflettere su argomenti di grande attualità scientifica, sperimentando pratiche di democrazia partecipata. I ragazzi vengono coinvolti nella simulazione di una seduta al Parlamento nel corso della quale, dopo essersi confrontati con scienziati, ricercatori e filosofi e dopo aver svolto attività di laboratorio, devono decidere insieme come gestire specifici scenari di innovazione scientifica. Il percorso, che dura tre mezze giornate, promuove il formarsi di opinioni consapevoli, la capacità di dialogare e partecipare al dibattito sulle biotecnologie, l’approccio interdisciplinare e permette ai ragazzi di sentirsi protagonisti responsabili della governance di possibili scenari futuri. La prima edizione, nel 2005, si svolge presso il Festival della Scienza di Genova, le successive si svolgono a Bologna e a Ravenna con la collaborazione ed il sostegno della Provincia di Bologna Assessorati Istruzione, Formazione e Lavoro, Cultura e Pari Opportunità. Questi i temi trattati: screening genetico e OGM (2005 e 2006), cellule staminali (2007), integrazione di fonti energetiche (2008), testamento biologico (2009).
Scarica la scheda delle edizioni dal 2005 al 2009

2001 – Di scienza, d’arte e d’altro ancora

Una serie di tre incontri per andare “oltre il mito di Frankenstein”, superando la paura della manipolazione per accostarsi in maniera informata e consapevole ai progressi della genetica, ragionando sul futuro biologico del genere umano e riconoscendo la tensione verso il progresso che anima sia il lavoro degli scienziati, sia il gesto degli artisti.
Scarica l’invito

2000 – Rilevamento genetico delle popolazioni: problemi e proposte

Quali sono le implicazioni politiche, sociali, etiche e culturali associale al rilevamento genetico delle popolazioni? Quali sono i problemi tecnici, le necessità strumentali e le dimensioni ottimali dei campioni di individui da analizzare? Quali sono le implicazioni giuridiche? Quali sono i vantaggi in termini di salute e di prevenzione, e come una mappatura genetica può servire, oltre che alla conoscenza scientifica, anche a valorizzare la differenza individuale salvaguardandola, e a valorizzare la dignità delle singole persone?
Scarica il documento

2000 – Scienze della vita e nuovo umanesimo

L’uomo da sempre interagisce con l’ambiente che lo circonda, e la sua presenza e le sue attività hanno modificato le forme del territorio e le forme della vita. In questo senso, l’uomo è un giardiniere della Terra. Oggi le biotecnologie possono aiutare a sconfiggere fame e malattie: il giardiniere deve assumere il proprio ruolo con entusiasmo e senso di responsabilità, in una logica di sviluppo positivo e ragionato. L’obiettivo di lungo periodo è portare ipiù on alto il livello delle condizioni della vita umana.
Scarica il documento